La filastrocca del ritorno

Anche oggi stiamo a casa

Perché la scuola è chiusa

Ancora non capisco

Se è vero o è una scusa.

 

Fino a ieri se eri stanco

E non volevi andarci

Dovevi farlo e basta

Tacere e non badarci

 

Ora nessuno ci fa caso

Se rimaniamo a letto

soli nella stanza

o scalzi sopra il tetto

 

La campanella tace

I compagni son lontani

Non so come funziona

una classe senza mani

 

Svegliatevi maestre

La scuola è il nostro regno

Aprite quelle porte

Vogliamo il vostro segno.

 

M.B.M  20/02/2020

Questa voce è stata pubblicata in Filastrocche. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...