DAVANTI A QUEL MURO

 

 

DAVANTI A QUEL MUROdavanti_a_quel_muro_copertina.indd

DAVANTI A QUEL MURO

testo di Maria Beatrice Masella, illustrazioni di Claudia Conti

postfazione di Paolo Lambertini, vicepresidente dell’Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980

Bacchilega Junior, marzo 2020

Ernesto ha 15 anni, è in crisi con la scuola ed è innamorato di Ginni, la sua compagna di
scuola con i capelli blu. La scuola che frequenta è vicino alla stazione di Bologna e il ragazzo vi si reca spesso quando non va a scuola. Un giorno, nella sala d’attesa incontra uno strano ragazzo che legge il fumetto Ken Parker e che dice di provenire direttamente dagli anni ‘80. Questo incontro, sconvolgente per Ernesto,mette in moto tutta una serie di riflessioni e di cambiamenti: cosa è successo il 2 agosto 1980 alla stazione di Bologna? Perché quello strano ragazzo afferma di venire dagli anni Ottanta? Quanto è importante la memoria e la storia?

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Filastrocca per gli eroi di Monte Sole

Sopra il monte c’è un bosco

dentro il bosco c’è un prato

sopra il prato c’è una croce

è il segno di un passato

è il grido di una voce

di chi non è tornato.

Sotto terra c’è un germoglio

nel germoglio c’è la vita

ci ricorda che chi muore

anche per la tua di vita

e lo fa senza rumore

spera che non sia finita.

Che il ricordo viva ancora

che la lotta sia sincera

che per tutti sia uguaglianza

che la pace sia nel mondo

per non perder la speranza

nella giustizia fino in fondo.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

SETTEMBRE

Tutti a scuola siam tornati
siam gli stessi ma cambiati
un po' grandi un po' piccini
ma pur sempre dei bambini.

Noi nel gioco siamo seri
perché i giochi sono veri
come chicchi di buon grano
buono vero e anche sano.

Anche i libri sono giochi
meglio tanti che non pochi
sono buoni in insalata
nel ragù e nella frittata.
Pubblicato in Filastrocche, Senza categoria | Lascia un commento

OTTOBRE

Siamo bimbi dietro i banchi
siam diversi eppure uguali
pesciolini uniti in branchi
uccellini con due ali.

Siamo curiosi vivi accesi
di una luce un po' speciale
per i sogni tanto attesi 
e la voglia di imparare

Se voi grandi ci guardate 
oltre i voti oltre i banchi
con il cuore ci osservate
e smettete di esser stanchi.
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

La filastrocca del ritorno

Anche oggi stiamo a casa

Perché la scuola è chiusa

Ancora non capisco

Se è vero o è una scusa.

 

Fino a ieri se eri stanco

E non volevi andarci

Dovevi farlo e basta

Tacere e non badarci

 

Ora nessuno ci fa caso

Se rimaniamo a letto

soli nella stanza

o scalzi sopra il tetto

 

La campanella tace

I compagni son lontani

Non so come funziona

una classe senza mani

 

Svegliatevi maestre

La scuola è il nostro regno

Aprite quelle porte

Vogliamo il vostro segno.

 

M.B.M  20/02/2020

Pubblicato in Filastrocche | Lascia un commento

primola

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

Filastrocca del momento

UNA FATINA IN ARRIVO

Non bastavano il morbillo e la scarlattina

Ci mancava anche il virus della regina

Quella si è messa in testa di avere una corona

E per questo non sembra neppure una persona

Vuol regnare su tutti e ci comanda a bacchetta

Ci mette a letto e caccia via l’ultima amichetta

Tutti in casa presto da soli insieme con la famiglia

Non importa com’è va bene tutto reti e conchiglia

Purché ci sia pace e il rumore del mare

E le storie antiche da poter ascoltare

Si stancherà prima o poi questa folle regina?

Tranquilli bambini è in arrivo un’allegra fatina

Ai potenti leva scettri e corone

Ritorneremo tutti solo persone.

M.B.M.

Pubblicato in Filastrocche | Lascia un commento

Parola scartata n.16: disobbedienza civile vs. disobbedienza incivile

Disobbedienza civile: disubbidire a una disposizione di legge giudicata ingiusta per la collettività, assumendosi personalmente le conseguenze delle proprie azioni (esempio: soccorrere una persona in pericolo di vita indipendentemente dai suoi documenti).

Disobbedienza incivile: disubbidire a una disposizione di legge giudicata sfavorevole per il tornaconto personale, scaricando le conseguenze delle proprie azioni sulla collettività (esempio: non pagare le tasse).

Ubbidiamo o disubbidiamo, ma sempre civilmente. Grazie.

Pubblicato in Parole scartate | Lascia un commento

L’EMILIA-ROMAGNA NON SI LEGA

VOGLIAMO IL MARE APERTO!

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento