FESTIVAL DI LETTERATURA PER L’INFANZIA

USCIRE DAL GUSCIO

 

Pubblicato in Eventi | Lascia un commento

parola n. 15: decoro

Voglio il decoro umano.

Voglio che tu Aziz, non stia al freddo ad elemosinare centesimi. Voglio che tu abbia un letto caldo, cibo a sufficienza, luoghi dove convivere.

Voglio che tu, Misal, non sia costretta a vendere il tuo corpo all’angolo di una strada. Per te voglio una vita decorosa, degna si essere chiamata vita.

Poi isole pedonali, parchi, musei aperti, autobus puliti.

Non può esserci decoro urbano senza decoro umano.

 

M.B.Masella

Pubblicato in Parole scartate | 1 commento

Presentazione al Centro di Lettura L’Isola del Tesoro

Martedì 17 gennaio – ore 18.00

Via Lame 182/a – Trebbo di Reno

Maria Beatrice Masella
presenta il suo libro

Mare di argilla

Edigrafema Casa Editrice

Tre generazioni di donne ai primi del Novecento, un caleidoscopio di esperienze,  una straordinaria saga familiare.

Pubblicato in Prossimi incontri | Lascia un commento

Filastrocca della befana

Cara befana che giri di notte
vogliamo aggiustarti le scarpe rotte
e se sulle spalle ti pesa il fardello
vogliamo cucirti un ricco mantello.

Tu sei nei sogni di noi bambini
di quelli buoni e dei birichini
perché tu doni e non chiedi niente
non sei solo vecchia sei molto sapiente.

Stanotte però ti puoi riposare
non hai più bisogno di girovagare
stanotte siam noi che doniamo regali:
per te scarpe comode e un paio di ali.

 

M.B.M

Pubblicato in Filastrocche | Lascia un commento

Filastrocca del Capodanno

 

Un due tre

Capodanno qui non c’è

non c’è coda non c’è capo

solo un giorno e poi daccapo.

Un due tre

qui di festa non ce n’è

non c’è pace in mezzo al mare

solo gente da salvare.

Un due tre

questo giorno tocca a te

se ti apri verso un dono

puoi trovare anche il perdono.

 

M.B.M.

Pubblicato in Filastrocche | Lascia un commento

Filastrocca del Natale

Babbo Natale è proprio uno sballo
galoppa in auto e sfreccia a cavallo
trascina gran pacchi sulle sue spalle
sale sui monti poi scende giù a valle
scala i palazzi raggiunge i camini
per arrivare da tutti i bambini.

E Mamma Natale?
Ti guarda ti bacia si prende cura
con lei ogni giorno tu cresci sicura.

M.B.M.

Pubblicato in Filastrocche | Lascia un commento

Il mondo capovolto

 

Questo è un mondo capovolto

dove nulla sta al suo posto

cerchi un saggio? C’è lo stolto

e la neve è a ferragosto.

Le radici sono al vento

i germogli sotto terra

ti sei preso uno spavento?

Forse arriva anche la guerra.

Tutti i falsi son premiati

tutti i ladri hanno ragione

mentre i buoni castigati

e gli onesti in prigione.

Cerchi un mondo un po’ normale?

Non è questo, mi dispiace,

prendi un treno ma spaziale

per un mondo che ti piace.

 

M.B. Masella

Pubblicato in Filastrocche | Lascia un commento

Bambini e bambine di Aleppo, siamo con voi!

Aa Ee Ii Oo Uu

la vocale scrivila tu

 

C’è una A che ti aspetta

con la punta sulla vetta

se la scali con la scala

poi la lasci molto in fretta.

C’è una a molto rotonda

che si gonfia come un’onda

quando il mare è in tempesta

e la barca forse affonda.

 

Di gradini nella E

tu ne trovi proprio tre

se ti arrampichi da te

metti il casco anche il gilè.

C’è una e un po’ pendente

devi essere paziente

lei è un ricciolo di pane

va impastata lentamente.

 

Tutte le I sono dei pali

forse dei fiori forse segnali

siamo in cima siamo arrivati

senza fatica se sono uguali.

Tutte le i hanno i puntini

danzano come dei ballerini

se hanno l’accento sui loro capini

diventan così e son birichini.

 

Ecco la O è proprio un tondo

può essere un cerchio un mappamondo

tu gira gira il tuo pennello

disegna proprio un bel girotondo.

Ecco la o è un tondo piccolo

un sassolino un sole cucciolo

morbido morbido un po’ panciuto

io lo disegno come uno scricciolo.

 

Uuuuu… che spavento ecco la U

ulula il vento sei a testa in giù

ma non è niente puoi fare cucù

mettiti dritto ritorna su.

Poi c’è la u minuscola e blu

lei sta nell’acqua e fa gluglu

sembra una culla di vero bambù

di certo viene da Malibù.

 

M.B.M. Masella

Pubblicato in Filastrocche | 1 commento

parola n.14: OrangeRevolution

“Ogni sette secondi una ragazza con meno di 15 anni si sposa, oltre un milione di ragazze diventano madri prima di compiere i 15 anni, mentre 70.000 ragazze tra i 15 e i 19 anni perdono la vita ogni anno per cause legate alla gravidanza e al parto”.

Ragazze e bambine  di tutto il mondo uniamoci! Per dire basta a ogni forma di violenza sui nostri corpi e sulle nostre menti.

E gli uomini? Li stiamo ancora aspettando, non è mai troppo tardi per prendere coscienza.

 

M.B.M.

Pubblicato in Parole scartate | Lascia un commento

parola n.13: SCUOLA

S ollecitudine

C uriosità

U nione

O ccasione

L ibertà

A ttesa

 

M.B.M.

Pubblicato in Parole scartate | Lascia un commento